Insegue un uomo in scooter, gli taglia la strada e blocca il traffico: denunciato

L'uomo in escandescenza ha cercato lo scontro fisico con il conducente del motorino accusandolo di essere stato precedentemente urtato

Gli agenti del commissariato Borgo-Ognina hanno indagato in stato di libertà un uomo per i reati di violenza privata e minaccia nonché per rifiuto di fornire le generalità ai poliziotti intervenuti. In pieno centro, intorno alle 12 i poliziotti hanno notato un’autovettura correre ad alta velocità in direzione di uno scooter e, dopo aver effettuato una brusca manovra, ha sorpassato e tagliato la strada al ciclomotore costringendolo a fermarsi a ridosso del marciapiede dal lato sinistro. L'uomo ha messo a rischio l’incolumità del conducente dell'auto e  di altri passanti e, inoltre, ha creato una sorta di blocco stradale ostacolando il regolare flusso della circolazione.

Il conducente a bordo dell'auto, immediatamente sceso dal mezzo, in escandescenza, ha iniziato a inveire contro il conducente dello scooter con il chiaro intento di cercare uno scontro fisico, accusandolo di essere stato precedentemente urtato, circostanza negata dalla vittima. I poliziotti sono intervenuti ma, inizialmente, ciò non è servito a calmare l’indagato che si è anche rifiutato  di fornire le proprie generalità.

Successivamente, gli agenti intervenuti sono riusciti a calmare l’uomo e, hanno raccolto la querela da parte della vittima; l’indagato, oltre a contestargli diverse sanzioni previste dal codice della strada, trattandosi di dipendente di un’azienda di trasporto pubblico e quindi anche a tutela dei passeggeri, è stato segnalato alla motorizzazione per accertarne i requisiti psico-attitudinali informandone di ciò anche i responsabili dell’azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento