Viola i domiciliari e insulta i carabinieri su TikTok, arrestato

Sul famoso social network aveva ripreso i militari impegnati durante i controlli e aveva "condito" il video con insulti

Era ai domiciliari e utilizzava in maniera disinvolta i social per insultare i carabinieri. Protagonista della vicenda è un 47enne, Marcello Anfuso, che è stato arrestato dai carabinieri di Gravia di Catania per aver violato le prescrizioni della misura dei domiciliari. In particolare l'uomo, che stava scontando la pena per reati di droga, aveva utilizzato il famoso social network “TikTok” per condividere dei video in cui
venivano ritratti i militari durante i giornalieri controlli che sono stati effettuati presso la sua abitazione, aggiungendo frasi offensive nei confronti dei militari.

Nello specifico l’uomo aveva ripreso i carabinieri registrando un video del proprio videocitofono e pubblicandolo sul social network con l’aggiunta della frase sgrammaticata: “Ho di pizzo ho di chiarro ci rumpuno sempre u...". Il video "eroico" ha ricevuto molti commenti da
parte di altri utenti. Inoltre gli ulteriori accertamenti dei Carabinieri di Gravina di Catania hanno permesso di appurare che Anfuso utilizzava attivamente anche “Facebook”. Il tutto in aperta violazione con il divieto di comunicare con persone diverse dai suoi familiari conviventi e così per lui si sono spalancate le porte di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento