Librino, palazzo invaso da acqua e umidità: struttura interna a rischio

Un palazzo nuovo, dove abitano 8 famiglie. Sin qui tutto normale, anche guardando le mura esterne della struttura passando lungo il viale San Teodoro. Situazione diversa all'interno con mura invase dalle perdite di acqua. "Segnalo da tempo il problema" dichiara il consigliere Angelo Scuderi

Un palazzo nuovo, dove abitano da circa due anni 8 famiglie di Librino. Sin qui tutto normale, anche guardando le mura esterne della struttura passando lungo il viale San Teodoro. All’interno delle case, però, la situazione cambia. Totalmente. Tanto che la sesta municipalità ha convocato un consiglio straordinario, alla presenza dell’assessore ai Servizi Sociali, Angelo Villari, per cercare di portare a conoscenza la situazione nella quale versano gli ambienti interni dell’enorme palazzo.

“Segnalo da tempo le condizioni della struttura, dove all’interno abitano molti bambini disabili, alcuni con situazioni davvero problematiche – dichiara il consigliere Angelo Scuderi della sesta municipalità - L’assessore Villari si è dimostrato disponibile per risolvere il problema, spero nella sua tempestività. Stando alle informazioni raccolte, le case appartengono all’Istituto Autonomo Case Popolari. Andremo avanti a oltranza se la situazione non verrà risolta”

Già percorrendo le scale del corridoio interno è possibile notare come le pareti siano completamente impregnate di acqua, sprigionando un odore sgradevole di umido e muffa. Scenario che non cambia all’interno delle abitazioni. Acqua che penetrando all'interno delle fondamenta potrebbe creare gravi danni alla stabilità stessa dell'edificio.

La redazione di CataniaToday ha inoltre raccolto la storia raccontata da una famiglia di Librino che abita in un palazzo delle Iacp. Dalle parole della signora Agata Drago, che lancia un appello, si apprende in che condizioni la sua famiglia è costretta a vivere: “Siamo residenti nel nostro palazzo da circa due anni – spiega – e da un anno l’umidità invade i muri delle nostre stanze. Siamo persino costretti a raccogliere l’acqua che è presente negli angoli delle pareti. Uno dei miei figli è affetto da una disabilità grave e in queste condizioni in cui versa la struttura non è semplice andare avanti, come hanno anche confermato i medici”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento