Librino, la protesta di cittadini e sindacati per la mancata apertura del San Marco

Sabato 17 novembre alle ore 10 una grande manifestazione per chiedere a gran voce l’apertura dell’ospedale San Marco con annesso pronto soccorso

Foto archivio

Anche Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Catania insieme alle sigle di categoria Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Ugl medici, Ugl sanità e Ugl università, parteciperanno alla manifestazione indetta dalla Rete Piattaforma Librino e dalla Rete Sociale di Librino, che hanno chiamato a raccolta i cittadini e moltissime sigle sociali, a manifestare sabato 17 novembre alle ore 10 per chiedere a gran voce l’apertura dell’ospedale San Marco con annesso pronto soccorso. L’appuntamento è davanti l’ingresso del nuovo (ma ancora chiuso) ospedale San Marco fra il viale Bummacaro e il viale Moncada (viale Carlo Azeglio Ciampi).

"Il silenzio su un tema così cruciale per il welfare cittadino - affermano i sindacati -  colpisce i rappresentanti dei lavoratori che in questi anni hanno più volte non solo sollevato, ma persino previsto il problema a suo tempo, quando ancora sarebbe stato possibile evitarlo del tutto. Con la chiusura dell’ospedale Vittorio Emanuele e senza la contemporanea apertura del San Marco, le zone centro storico - Monte Po - Nesima - San Leone - Rapisardi - Cibali - San Giorgio - Librino – Pigno - San Giuseppe La Rena – San Francesco La Rena - Zia Lisa - Villaggio Sant'Agata - Vaccarizzo - Zona industriale, ma anche tante altre zone, compresi Misterbianco e Motta s. Anastasia, saranno private di un pronto soccorso".

Più di centomila persone - concludono i sindacati -  si ritrovano con serie difficoltà su un piano cruciale come quello del primo scorso e della sanità; i sindacati non possono restare in silenzio. Per questo manifesteremo ed invitiamo i cittadini catanesi a fare altrettanto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento