rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Licenziata lavoratrice di una ditta in servizio al Garibaldi, Cgil: "Azione di bassa levatura umana e professionale"

La donna idonea al lavoro ma "con limitazioni", madre e tutrice unica della figlia minorenne, è stata licenziata poiché non disposta più a seguire "ritmi di lavoro insostenibili e organizzati senza tenere conto delle reali necessità della persona in questione"

Una lavoratrice idonea al lavoro ma "con limitazioni", che può svolgere le attività con particolari cautele, madre e tutrice unica della figlia minorenne, è stata licenziata con "un'azione di bassa levatura umana e professionale", poiché non disposta più a seguire "ritmi di lavoro insostenibili e organizzati senza tenere conto delle reali necessità della persona in questione". Davide Foti, segretario generale della Filcams Cgil Catania, non usa mezzi termini con riferimento all'episodio che giovedì scorso ha coinvolto una lavoratrice dipendente della ditta Russotti Gestioni spa, azienda che svolge servizio in appalto per la reception dell'Ospedale Garibaldi. Per la Filcams Cgil, "la donna è stata licenziata dal proprio datore di lavoro, brutalmente, senza preavviso, con motivazioni prive di senso e di diritto, e allontanata in modo coatto con intimazione di chiamare le forze dell’ordine se la stessa non avesse lasciato immediatamente il posto di lavoro, poiché, avendo una idoneità parziale alla mansione - a detta dell’azienda - non era più ricollocabile in nessun altro ruolo o postazione".

Il sindacato si è confrontato positivamente con la direzione dell'Arnas Garibaldi, la quale, aggiunge Foti: "si è dichiarata stupita per l’incomprensibile licenziamento della lavoratrice” e ha aggiunto "che dichiara la propria disponibilità a proporsi quale parte attiva nella definizione della vicenda, utilizzando le leve e gli strumenti giuridici a sua disposizione. Ci riteniamo soddisfatti dell’incontro, avendo riscontrato la sensibilità e il grande di senso di responsabilità sociale da parte della direzione sanitaria dell’Arnas Garibaldi nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi in appalto e aggiungiamo che finalmente dopo anni di attesa anche il bando di gara riguardante i servizi di portierato, recepition e accoglienza, è stata deliberata con indizione e nei prossimi giorni sarà disponibile telematicamente. Come Filcams Cgil - conclude il segretario generale- non ci fermeremo e metteremo in campo tutti gli strumenti sindacali e legali a tutela della lavoratrice e di tutti i lavoratori in forza presso la reception dell'Arnas".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziata lavoratrice di una ditta in servizio al Garibaldi, Cgil: "Azione di bassa levatura umana e professionale"

CataniaToday è in caricamento