Luca Parmitano è nello spazio, la missione “Volare” durerà sei mesi

L'astronauta catanese è il sesto italiano ad andare nello Spazio e il quinto a raggiungere la Iss. Ma è il primo nella storia a effettuare le suggestive "passeggiate spaziali"

La Soyuz Tma-09M con a bordo l'astronauta catanese dell'Esa Luca Parmitano si è staccata da terra alle 22:31 di ieri, ora italiana, lasciando la base di Baikonur nel Kazakhistan. Dopo esattamente 9 minuti dalla partenza, viaggiando fino a 7 km al secondo, ha portato in orbita la navicella con i tre astronauti.

E’ ufficialmente cominciata la "Expedition 36/37", ribattezzata in Italia "Volare", la  missione con cui si concretizza una delle prestigiose opportunità di volo assegnate dalla Nasa all'Italia in seguito al Memorandum dell'ottobre 1997.

VIDEO 1

VIDEO 2

La nuova superveloce Soyuz Tma-09 ha portato l'equipaggio nella stazione spaziale internazionale in circa sette ore invece dei tradizionali due giorni. Appena arrivati in orbita la Soyuz ha "inseguito" la Iss effettuando 4 orbite attorno alla Terra. L'ha quindi raggiunta posizionandosi alle sue spalle. A quel punto sono cominciate le operazioni di avvicinamento, con Luca Parmitano impegnato come copilota fino all'aggancio col modulo russo della stazione, a partire dalle 04:16. A seguire sono stati effettuati tutti i controlli tecnici e di sicurezza, durati un paio d'ore. Alle 06:17  i tre astronauti sono sbarcati sulla Iss, aggiungendosi all'equipaggio della stazione che li ha accolti abbracciandoli.

Luca Parmitano è il sesto italiano ad andare nello spazio e il quinto a raggiungere la Iss. Ma Luca non si limiterà ad operare all'interno della Iss ma diventerà protagonista di due "passeggiate nello spazio" previste nella missione. Nei suoi sei mesi di permanenza a bordo della Stazione spaziale Parmitano dovrà svolgere come membro di equipaggio un'ampia e articolata attività di sperimentazione, in gran parte progettata da ricercatori e industrie italiane.

Tra questi ci sono il programmi Green Air per un esperimento in microgravità per caratterizzare il comportamento di nuovi combustibili durante il processo di combustione; Diapason che prevede l'istallazione nei moduli della Iss di un'apparecchiatura sofisticata in grado di rilevare la presenza nell'aria di particelle di dimensioni dell'ordine di pochi nanometri, che avrà applicazioni in studi sull'inquinamento atmosferico; Ice dedicato allo studio di combustibili innovativi a basso impatto ambientale; il progetto FASES per stabilire le relazioni qualitative e quantitative tra le proprietà chimico-fisiche dello strato interfacciale tra liquidi immiscibili e la stabilità delle emulsioni.

Parmitano sarà inoltre impegnato in una lunga serie di esperimenti di fisiologia, biologia, fluidodinamica, scienza dei materiali, studio delle radiazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento