Mafia, condannati gli esponenti di spicco del nuovo clan Santapaola

La sentenza riguarda due processi Efesto e Stella Polare. Pene severe per Daniela Nizza, Benedetto Cusumano, Lorenzo Michele Schillaci, Francesco Mirabile, Orazio Macrì, Giovanni Nizza, Rosario Lombardo, Giuseppe Privitera e Salvatore Nicolosi

Condannati i nuovi vertici di Cosa Nostra ritenuti esponenti di spicco del clan Santapaola. È questa la sentenza di due  processi, Efesto e Stella Polare, che si sono celebrati con il  rito abbreviato davanti al gup di Catania, Alessandro  Ricciardolo.

Nel procedimento Efesto, in accoglimento delle richieste del  pm della Dda Iole Boscarino, sono stati condannati per  associazione mafiosa Daniela Nizza a 12 anni di reclusione, Benedetto Cusumano a 14 anni, Lorenzo Michele Schillaci a 8 anni e Francesco Mirabile, padre di un collaboratore di giustizia, a 10 anni.

Nel procedimento Stella Polare, in accoglimento delle  richieste del pm Rocco Liguori, il gup ha condannato Orazio  Macrì a 12 anni, Giovanni Nizza e Rosario Lombardo a 20 anni di  reclusione con l'aggravante di aver trafficato droga, Giuseppe  Privitera a 12 anni e Salvatore Nicolosi a 13 anni di  reclusione. In quest'ultimo procedimento sono state trattate  anche le posizioni di alcuni imputati cosiddetti minori.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento