Mercato ortofrutticolo: sequestrati patate dell'Africa e pistacchi dell'Iran

Vendevano all'ingrosso patate arrivate dalla Francia e coltivate in Africa e pistacchi provenienti dal'Iran, ma spacciando entrambi i prodotti alimentari per siciliani

Vendevano all'ingrosso patate arrivate dalla Francia e coltivate in Africa e pistacchi provenienti dal'Iran, ma spacciando entrambi i prodotti alimentari per siciliani. La frode è stata scoperta questa mattina dagli uomini del Corpo forestale della Sicilia che ha eseguito un blitz nei mercati ortofrutticoli di Catania e di Palermo.

I prodotti agroalimentari sono stati sequestrati e i proprietari verranno denunciati per frode alimentare. Oltre 50 agenti del Corpo forestale sono intervenuti all'alba per esaminare la tracciabilità dei prodotti. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni, come hanno spiegato in conferenza stampa Pietro Tolome, comandante del Corpo forestale e Rosaria Barresi, dirigente dell'Assessorato agricoltura.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche il Governatore siciliano Raffaele Lombardo: "I risultati purtroppo confermano che in mancanza di controlli alla frontiera questi prodotti arrivano nei nostri mercati intaccando anche le tasche dei nostri agricoltori e commercianti". E Rosaria Barresi ha aggiunto: "Siamo intervenuti autonomamente - dice - senza alcuna segnalazione. questi controlli erano in gestazione da tempo e oggi sono stati eseguiti, e proseguiranno ancora".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento