Metro Giovanni XXIII, black-out alla stazione: "Siamo rimasti chiusi dentro"

A causa di un black-out i passeggeri della prima corsa di questa mattina sono rimasti, per poco, bloccati all'interno della grande stazione di piazza Giovanni XXIII. "La situazione è tornata alla normalità in 40 minuti e non ci sono stati altri grossi disagi", spiegano i dirigenti Fce

Risveglio agitato per gli utenti della prima corsa metro che, questa mattina, intorno alle 7 sono arrivati alla stazione Giovanni XXIII. L'intero scalo era infatti al buio e le porte di uscita, come spiega un cittadino, sono rimaste inizialmente chiuse. Una situazione che ha gettato immediatamente nel panico alcuni viaggiatori che, dopo aver chiamato i soccorsi, sarebbero riusciti a farsi spazio e ad uscire passando attraverso una feritoia in una delle porte principali. 

"Il treno ci ha lasciato alla stazione che era completamente al buio - racconta un passeggero a CataniaToday - con fatica e paura abbiamo raggiunto le varie uscite che erano tutte chiuse, per circa 15 minuti in attesa delle forze dell'ordine. Accanto ad una delle uscite mancava una sbarra della ringhera - aggiunge - ci siamo arrampicati e siamo riusciti ad uscire". 

A generare il disservizio, come spiegano da Fce, è stato in realtà un'improvvisa interruzione di energia elettrica. Un vero e proprio black out di carattere tecnico tra Galatea e Giovanni XXIII, durato 40 minuti, dalle 6.40 alle 7.30 che, tuttavia, non avrebbe causato grandi problemi perché "il servizio è stato ripristinato in breve tempo" e "i passeggeri sono stati aiutati dall'intervento della polizia", chiariscono i dirigenti. 

"Si è trattato di un cortocircuito dovuto al maltempo di Domenica sera - spiega a CataniaToday l'ingegnere Salvo Fiore, direttore generale di Fce - abbiamo ricevuto la segnalazione e la nostra squadra ha verificato subito questa mattina. Purtroppo i temporali delle ultime settimane sono stati devastanti, considerato anche che l'acqua piovana poi di fatto confluisce sotto terra. Devo dire però che l'infrastruttura ha tenuto benissimo e abbiamo avuto solo questo piccolo contrattempo".

"Ci dispiace e ci scusiamo con la nostra utenza - conclude il manager - effettivamente le saracinesche della Stazione Giovanni XIII sono rimaste chiuse ma per poco, fino al ripristino dell'energia che, come confermano i nostri operatori, è avvenuto in 15-20 minuti".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento