Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Minacce a Musumeci, giunta regionale: "Pericoloso clima di odio"

Numerosi i messaggi di solidarietà al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci dopo che è stato fatto brillare un ordigno rudimentale sulla ferrovia nei pressi di Militello Val di Catania, suo paese natale, e dopo il ritrovamento di biglietti di minacce nei confronti del Governatore

Numerosi i messaggi di solidarietà al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci dopo che è stato fatto brillare un ordigno rudimentale sulla ferrovia nei pressi di Militello Val di Catania, suo paese natale, e il ritrovamento di biglietti di minacce nei confronti del Governatore.

I coordinatori regionali di Fratelli d'Italia Salvo Pogliese e Gianpiero Cannella, a nome dell’intera comunità siciliana del partito esprimono sentimenti di solidarietà e vicinanza al presidente Nello Musumeci per la vergognosa intimidazione alla sua persona.
"Conoscendo l’integrità morale del Presidente della Regione, siamo certi che non si farà minimamente scalfire da queste minacce di soggetti estranei al consesso civile e che auspichiamo vengano presto consegnati alla Giustizia per scontare pene esemplari".

L'Assessore Razza in un post su Facebook scrive: "Presidente ti siamo tutti accanto. Un ordigno, le minacce… un clima di odio. Spero che si accerti presto e che magari si possa scoprire che siamo di fronte a un pazzo, l’ennesimo. Ma non si può fare a meno di registrare questo brutto clima che si respira da troppo tempo. Serve, invece, ritornare al dialogo e alla ragione".

"Il ritrovamento di una bomba e di una lettera di minacce rivolte al presidente Musumeci è inquietante. Saranno gli inquirenti a chiarire i contorni di questa vicenda ma una cosa è certa: il clima di odio e violenza, non solo verbale, che viene sempre più spesso alimentato strumentalmente, è pericoloso e ormai dilagante". Lo si legge in una nota a firma della giunta regionale siciliana. "Non nascondiamo la nostra preoccupazione, anche perché si tratta della ennesima intimidazione che riguarda il presidente - si legge ancora -. A lui, con affetto, la vicinanza e solidarietà della giunta di governo, sicuri che non si lascerà intimidire e andrà avanti con il coraggio e la determinazione di sempre".

Oltre alla giunta regionale e al presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè hanno espresso solidarietà a Musumeci anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che auspica che "le indagini facciano presto chiarezza per identificare gli autori di questo vile gesto" . Solidarietà anche da alcuni esponenti di Diventerà Bellissima, il movimento politico fondato da Musumeci.

Il capogruppo all'Ars Alessandro Aricò afferma: "Siamo al fianco del presidente Nello Musumeci per le vili minacce nei suoi confronti e certi, ben conoscendolo, che non si fara' intimidire. Il nostro auspicio e' che le indagini facciano luce su questa inquietante vicenda e permettano di risalire agli autori dell'ignobile gesto".

"Vicinanza, affetto e solidarietà" viene espressa anche dai parlamentari regionali Pino Galluzzo e Giusi Savarino. "Stavolta - aggiunge Savarino - non siamo davanti al clima di odio, esacerbato da strumentali polemiche politiche. Non siamo piu' difronte ad una offesa o alle tante minacce sui social, qui c'è una bomba, ed è un fatto di una gravità enorme. Sono certa che il Presidente Musumeci non si lascerà scalfire nella sua azione di governo". Messaggi di solidarieta' sono stati inviati anche da altri gruppi politici all'Ars come Fratelli d'Italia e dai Popolari-Autonomisti Idea Sicilia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Musumeci, giunta regionale: "Pericoloso clima di odio"

CataniaToday è in caricamento