Sorpresi a rubare dentro area archeologica, denunciati 5 tombaroli

I cinque- quattro di Paternò e uno di Catania - sono stati sorpresi mentre di notte cercavano di rubare dentro l'area archeologica di "Monte Falcone" a Palermo: con l'aiuto di un metal detector cercavano corredi funebri millenari

Cinque persone- di cui quattro di Paternò e uno di Catania - di età compresa tra i 34 e i 49 anni sono stati denunciati dai carabinieri a Baucina, in provincia di Palermo, per violazione delle norme del codice dei beni culturali.

I cinque, infatti, sono stati sorpresi mentre di notte cercavano di rubare dentro l'area archeologica di ''Monte Falcone''. In particolare, con l'aiuto di un metal detector cercavano corredi funebri millenari.

Nella zona, infatti, c'è una necropoli rupestre risalente all'età del bronzo. Per i cinque tombaroli è scattata la denuncia, mentre gli attrezzi da scavo di cui sono stati trovati in possesso e il metal detector sono stati sequestrati. Sono in corso indagini per identificare l'eventuale committente dei furti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento