rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Muore dopo mesi di calvario, indagati 5 medici: Procura dispone l'autopsia

La procura di Catania ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo e lesioni personali colpose nei confronti di cinque medici per la morte di Concetta Terranova

La procura di Catania ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo e lesioni personali colpose nei confronti di cinque medici per la morte di Concetta Terranova, di Pozzallo, avvenuta il 20 ottobre scorso all'ospedale di Catania, a 52 anni, dopo tre mesi e mezzo di un calvario che ha coinvolto anche l'ospedale 'Maggiore' di Modica e il 'Busacca' di Scicli.

Una 'via Crucis' iniziata il 5 luglio quando la donna, in preda a forti dolori addominali con presenza di tracce di sangue nelle urine, chiama l'ambulanza del 118 e viene trasportata e ricoverata nell'ospedale di Modica, dove viene sottoposta a diversi accertamenti per essere dimessa una settimana dopo. Riprendono i dolori e la donna torna a ricoverarsi a Modica, poi viene trasferita a Scicli nel reparto dei lungodegenti, quindi di nuovo a Modica sino a quando il 16 ottobre i familiari preoccupati dello stato di salute della donna la ricoverano all'ospedale 'Garibaldi' di Catania dove i medici le riscontrano valori anomali nel sangue e un forte stato di disidratazione.

Concetta Terranova non si riprenderà più e muore quattro giorni dopo. Ora la procura vuole vederci chiaro ed ha iscritto nel registro degli indagati due medici dell'ospedale di Scicli e tre di Modica, ha disposto l'autopsia sul corpo della donna che è stata eseguita ieri dal medico legale Giuseppe Ragazzi. I risultati dell'esame autoptico potranno dare qualche indicazione in più sulle cause del decesso della donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo mesi di calvario, indagati 5 medici: Procura dispone l'autopsia

CataniaToday è in caricamento