Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

A Torino non c'è posto: Catania ospiterà la 'succursale' del Museo Egizio con 17mila reperti

E' l'ambiziosa idea dell'amministrazione comunale resa nota dopo un accordo siglato con la direzione dell'istituto piemontese, da anni alle prese con il problema della mancanza di spazi espositivi per i preziosi reperti archeologici

Museo egizio di Torino

Sono 17 mila i reperti del Museo Egizio di Torino ancora da catalogare, decriptare ed esporre. Da qui la proposta di "spostare" alcuni di essi a Catania ed aprire una sorta di 'succursale' presso il convento dei Crociferi, una volta ultimati i lavori di restauro.

E' l'ambiziosa idea dell'amministrazione comunale resa nota dopo un accordo siglato con la direzione dell'istituto piemontese, da anni alle prese con il problema della mancanza di spazi espositivi per i preziosi reperti archeologici.

In particolare, il primo cittadino etneo insieme con l’assessore alla bellezza condivisa Orazio Licandro, ha proposto alla dottoressa Evelina Christillin e al dottor Christian Greco, rispettivamente presidente e direttore del Museo Egizio, la realizzazione di un’area destinata ad ospitare i numerosi e preziosi reperti archeologici altrimenti impossibili da esporre nella sede della città della Mole per mancanza di spazi.

Il Sindaco, inoltre, ha già informato il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini dell’iniziativa che si intende portare avanti in città. Su Facebook l'entusiasmo dell'assessore Licandro: "Affidabilità, efficienza e programmazione sono capacità che ormai ci riconoscono. Sarà non solo un esperimento entusiasmante, ma pure una straordinaria scommessa che giocheremo con tutta la città!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino non c'è posto: Catania ospiterà la 'succursale' del Museo Egizio con 17mila reperti

CataniaToday è in caricamento