Nesima, discarica dentro una cava: denunciato il titolare per reato ambientale

In via Filippo Eredia, a poche decine di metri dalle abitazioni popolari, è stata accertata la presenza di un'area molto estesa, adibita a discarica

Controlli straordinari nel quartiere di Nesima da parte della polizia, mirati al contrasto di reati ambientali. In via Filippo Eredia, a poche decine di metri dalle abitazioni popolari, è stata accertata la presenza di un’area molto estesa, adibita a discarica.

La discarica, nociva per la salute pubblica e l’ambiente, all’interno di una cava-frantoio, è stata sequestrata penalmente e, al titolare, è stato contestato il reato ambientale.

Il responsabile ha dichiarato ai poliziotti che l’ingente quantitativo di materiale di risulta, spazzatura e simili era in giacenza da anni e che non sapeva chi ne fosse il reale responsabile. Al momento del controllo, la cava era operativa, tanto è vero che durante le operazioni di polizia giungevano diversi autocarri per caricare il materiale prodotto ma, nonostante ciò, il titolare non è stato in grado di fornire alcuna autorizzazione per l’esercizio dell’attività e, pertanto, sono in corso accertamenti finalizzati ad accertarne la regolarità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato necessario l’intervento della Squadra ambientale dei vigili urbani di Catania. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento