Nigeriana arrestata in questura per estorsione e lesioni personali

Era nuovamente sbarcata in città a giugno e si era recata presso lo sportello di polizia per regolarizzare la sua posizione sul territorio nazionale

Una donna nigeriana, su cui pendeva un decreto di cattura per lesioni personali ed estorsione, è stata arrestata dai poliziotti della questura di Catania che se la sono ritrovata davanti nell'ufficio immigrazione. Era nuovamente sbarcata in città a giugno e si era recata presso lo sportello di polizia per regolarizzare la sua posizione sul territorio nazionale. Gli agenti hanno subito fatto gli accertamenti di routine che hanno evidenziato il mandato di cattura pendente nei confronti della cittadina straniera. La donna aveva soggiornato a Catania dal 92 al 2001.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento