menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Numerosi controlli della guardia costiera nel weekend trascorso

La guardia costiera è intervenuta in soccorso del motopeschereccio “Alba Angela”, che, con quattro persone di equipaggio, ha cominciato ad imbarcare acqua ed ha lanciato un s.o.s., a 7 miglia dalla costa

Numerosi gli interventi della guardia costiera di Catania durante il fine settimana appena trascorso. Sabato scorso, 3 settembre, alle ore 22.40, la motovedetta CP 816 della guardia costiera è intervenuta in soccorso del motopeschereccio “Alba Angela”, che, con quattro persone di equipaggio, ha cominciato ad imbarcare acqua ed ha lanciato un S.O.S., a 7 miglia dalla costa, quando era ormai certo che rischiava di affondare in breve tempo.

Per evitare l'affondamento dell’unità, la sala operativa della guardia costiera ha provveduto ad allertare la motobarca RAF01 dei vigili del fuoco di Catania, dotata di una potente pompa barellabile con la quale è stato effettuato lo svuotamento dell'acqua di mare dalla sala macchine del peschereccio, permettendo così il rientro in porto a Catania e le operazioni di messa in sicurezza in banchina conclusesi alle 2:00 di notte.

Nella serata di sabato scorso i mezzi nautici della guardia costiera hanno effettuato ulteriori missioni a mare in servizio di vigilanza e tutela della sicurezza della navigazione, in occasione della processione a mare della Madonna della Buona Nuova ad Acitrezza, dove numerosissime imbarcazioni da diporto hanno navigato al seguito del simulacro, cariche di fedeli a bordo.

Inoltre, il forte afflusso di bagnanti nel fine settimana ha comportato molteplici interventi della Guardia costiera di Catania a favore delle persone: sulla spiaggia di San Giovanni li Cuti un sub con fucile subacqueo carico era intento a pescare in prossimità della riva. Gli stessi bagnanti hanno cercato di dissuaderlo dal proseguire nella sua pericolosa attività. A fronte dell'atteggiamento sprezzante del subacqueo è stata chiamata la sala operativa della Guardia costiera, ed il pronto intervento del battello G.C. B19 ha, praticamente, fatto dileguare il subacqueo, scongiurando sia il pericolo di un colpo accidentale di fiocina in acqua ad un bagnante sia lo scoppio di una probabile rissa.

Gli uomini della Guardia costiera hanno anche provveduto a rintracciare un bagnante con problemi psichici che si era smarrito lungo l’affollata spiaggia della Playa, dopo l'allerta data dai familiari. A seguito di ricerche nei lidi limitrofi durate quattro ore, e senza tralasciare il pattugliamento a mare, il signor G. R. di anni 55, è stato rintracciato dai militari a terra, in stato confusionale ma in buone condizioni di salute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento