Vigili del fuoco sotto organico a Catania, annunciate nuove assunzioni

Il Governo prevede infatti di assumere nuovi 964 vigili del fuoco nel 2017 e 600 nel 2018

Foto di repertorio

Non ci sono abbastanza vigili del fuoco. Solo a Catania circa 100 aspiranti pompieri aspettano di essere chiamati in servizio, ma a causa dei tagli effettuati dal governo, non è possibile farli lavorare. A renderlo noto è la parlamentare nazionale del partito democratico Luisa Albanella, componente della commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, che ieri ha incontrato il sottosegretario all’Interno Giampiero Bocci. ll Governo prevede infatti di assumere nuovi 964 vigili del fuoco nel 2017 e 600 nel 2018, mentre è già uscito a novembre scorso il bando del nuovo concorso per 250 vigili e il prossimo mese di aprile cominceranno le prove preselettive.

“A partire dal blocco delle assunzioni del 2012, a causa della spending review, si è venuta a creare una carenza di organico di 3000 unità, oggi questa carenza di personale potrebbe benissimo essere colmata con la graduatoria del concorso 814 che conta la presenza di 3500 giovani idonei a livello nazionale: la Sicilia ne conta circa 400 di aspiranti pompieri, solo Catania quasi 100”. 

 “La situazione catanese già da sola basterebbe a delineare un quadro preoccupante: nel comando provinciale, compresi i distaccamenti, manca il personale per poter garantire un servizio efficiente – aggiunge la parlamentare nazionale –ogni giorno dovrebbero essere formate quattro squadre composte da cinque elementi, e invece, si riesce a garantire solo una “partenza’”.

Già nei giorni scorsi, gli idonei del concorso pubblico 814 vvff hanno inviato una lettera al Prefetto di Catania, per sollecitare lo scorrimento della graduatoria. “Abbiamo espresso al prefetto di Catania la nostra preoccupazione in merito alla cronica carenza di personale operativo a Catania, confidiamo nello scorrimento della graduatoria, dopo anni di attesa e di sacrifici – riferisce Antonio Cariotti idoneo di concorso – quanto al nuovo concorso, pur ritenendo che sia assolutamente necessario, non vorremmo mettesse da parte noi idonei”.

Ad oggi il comando di Catania e i suoi distaccamenti permanenti di Acireale, Adrano, Caltagirone, Paternò, Randazzo, Riposto, distaccamento portuale, aereoportuale, reparto volo, reparto sommozzatori, distaccamenti volontari di Maletto, Vizzini, Linguaglossa necessitano di un potenziamento di personale a causa delle difficoltà create per le ampie distanze da coprire e le problematiche dovute ai collegamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento