Cronaca

Ordine pubblico, in Prefettura focus su "Briganti Librino" e "Movida"

E' stata disposta una intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, con modalità interforze, anche con specifico riguardo al campo San Teodoro, dove l’associazione rugbistica opera

A Palazzo del Governo si è svolta una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto Maria Carmela Librizzi, per un focus sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica a Librino a seguito dell’episodio incendiario a danno dell’Associazione “Rugby Briganti” ASD Onlus nonchè per pianificare i servizi di controllo sul rispetto delle misure di contenimento del contagio da covid-19 nelle zone della “movida”. All’incontro hanno parte il Questore, i comandanti provinciali di carabinieri e guardia di finanza, l’Assessore e il Comandante della Polizia Municipale di Catania nonché, per la trattazione del primo argomento, il Presidente dell’Associazione “Rugby Briganti” ASD Onlus di Librino. A quest’ultimo è stata espressa la vicinanza delle istituzioni per la meritoria attività svolta dall’Associazione in un quartiere importante della città, assicurando attenzione e disponibilità ad accogliere le segnalazioni della stessa ai fini di prevenire e contrastare ogni iniziativa intimidatoria che possa distoglierla dal perseguimento di tale attività. In questo senso, pur dando atto dell’impegno costantemente profuso dalle forze di polizia nel quartiere, peraltro riconosciuto dallo stesso presidente, è stata disposta un ulteriore intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, con modalità interforze, anche con specifico riguardo al campo San Teodoro, dove l’Associazione opera.

L’amministrazione comunale dal canto suo ha assicurato ogni iniziativa volta a eliminare quelle situazioni di degrado che determinano ulteriori margini di rischio nel quartiere, quali illuminazione carente, manomissione dei dissuasori nella pista ciclabile. Si è poi proceduto alla pianificazione delle attività di controllo privilegiando le aree esposte al rischio sovraffollamento, per flussi di mobilità e presenza di locali aperti al pubblico nonché tenendo conto delle fasce orarie della “movida” e delle giornate festive e prefestive. Per il prossimo fine settimana, particolare attenzione è stata dedicata alle via Gemmellaro, v. S. Filomena e p.za Sciuti, che in ragione della caratteristiche logistiche e tenuto conto della riapertura dei pub e ristoranti per la cena presentano particolari criticità. Specificamente sarà oggetto di attenzione il flusso di persone nelle zone, al fine di disporre, in caso di assembramenti, una azione da parte della Polizia Locale, coadiuvata dalle Forze di Polizia, di deflusso e contingentamento. All’uopo saranno presidiati alcuni punti strategici delle predette zone. Attenti servizi di prevenzione e controllo sono stati poi disposti per tutte le altre zone tradizionali della “movida”, in particolare via Pulvirenti, ma anche p.za Scammacca, p.za Teatro Massimo e p.za Currò. Le attività di vigilanza saranno svolte in modalità interforze con la partecipazione dalla Polizia Municipale e, altresì, con il contributo dei militari dell’operazione “Strade Sicure”. Circa il Lungomare e S. Giovanni li Cuti sono confermati i divieti di transito veicolare e stazionamento in vigore nei fine settimana scorsi nonché i relativi servizi di controllo interforze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordine pubblico, in Prefettura focus su "Briganti Librino" e "Movida"

CataniaToday è in caricamento