Coltiva marijuana per "amore": arrestato 48enne paternese

L'uomo residente a Pavia, ma originario di Paternò aveva allestito una coltivazione di 250 piantine di cannabis per avere guadagnare i soldi necessari per andare in Brasile dalla fidanzata

Foto archivio

In provincia di Pavia, nelle campagne di i Confienza un 48enne di Paternò aveva llestito una coltivazione con 250 piante di marijuana. Dal "guadagno" voleva ottenere il denaro necessario epr acquistare un biglietto di sola andata per il Brasile, dove lo aspettava la sua fidanzata. L'uomo, residente a Confienza, ma di origine paternese, si è giustificato così  quando i carabinieri di Vigevano lo hanno arrestato dopo aver scoperto la piantagione, nascosta nel verde. 

Il 48enne aveva allestito due campi muniti di sistema di irrigazione, reti di protezione ed attrezzatura varia utile alla coltivazione della marijuana. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di sequestrare anche una modica quantità di cannabis essiccata, un barattolo contente semi delle stesse piante, un bilancino di precisione elettronico ed altro materiale utilizzato per l'attività di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente. Vicino alla piantagione di marijuana, è stata anche ritrovata una tenda da campeggio, con all'interno un materasso e un sacco a pelo. L'uomo ha spiegato che spesso trascorreva in campagna le notti per vigilare sul numero e l'integrità delle piante ed evitare eventuali furti; ma si presume che in questo modo cercasse anche di rimanere nascosto per non essere notato nei suoi movimenti.  L'arrestato è stato trattenuto nella camera di sicurezza della caserma di Vigevano, in attesa del processo per direttissima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento