Paternò, litiga col cugino e gli dà fuoco: arrestato

La vittima Antonino Marco Castro è ricoverata con ustioni sul 95% del corpo e le sue condizioni sono giudicate gravissime. Anche l'aggressore Antonino Marino è rimasto ferito dalle fiamme

Una lite per motivi familiari tra due cugini si è trasformata in tragedia. Antonino Marino ha gettato benzina addosso ad Antonino Marco Castro trasformandolo in una torcia umana, ma è rimasto a sua volta ustionato.

Il primo è ricoverato nell'ospedale Cannizzaro di Catania con ustioni sul 95% del corpo, e le sue condizioni sono giudicate dai medici gravissime. Il secondo ha riportato bruciature sul 15% del corpo e non è in pericolo di vita

Resta ancora non chiaro il movente della tragedia. I due che abitano nello stesso palazzo di via Varese 10 nel paese di Paternò avrebbero avuto dei forti contrasti e avrebbero litigato.

LA TRAGEDIA - Secondo la ricostruzione degli investigatori verso le 15 di ieri, Castro, che abita al secondo piano sarebbe sceso a casa del cugino che lo aspettava con una tanica di 10 litri piena di benzina. Marino avrebbe quindi versato il liquido infiammabile addosso al cugino appiccando poi il fuoco. La vittima è uscita dal palazzo urlando ed è stato soccorso in strada dagli abitanti della zona. Anche Marino è rimasto ferito dalle fiamme che si sono sviluppate, riportando ustioni agli arti. L'incendio è stato domato da vigili del fuoco. Sul posto sono subito intervenuti carabinieri della compagnia di Paternò per avviare le indagini.

La posizione di Marino è adesso al vaglio della Procura della Repubblica di Catania.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento