menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Nicolella: i poliziotti protestano per i tagli alla sicurezza

Le forze dell'ordine hanno protestato davanti alla Questura in piazza Santa Nicolella, e con un volantinaggio hanno denunciato le azioni di riforma dell'attuale Governo Monti

I sindacati di polizia, Siap, Silp Cgil e Coisp e, la Confsal per i Vigili del Fuoco, hanno manifestato davanti alla Prefettura di Catania per di re “no” ai tagli da parte del Governo Monti.
Una giornata di mobilitazione che ha interessato tutta Italia e che non ha lasciato indifferenti le organizzazioni di categoria della provincia etnea.

I militari, in città, hanno protestato davanti alla Questura in piazza Santa Nicolella, e con un volantinaggio hanno denunciato le azioni di riforma dell’attuale Governo che, secondo i sindacati, intendono penalizzare tutto il comparto sicurezza in materia di pensioni, tagli al personale, blocco dei contratti e l’ipotesi di soppressione di Questure e prefetture.

A preoccupare gli animi delle forze dell’ordine sono, in particolare, le pensioni. Il Governo ha infatti, ipotizzato una modifica al sistema pensionistico che prevede l'innalzamento dell'età media degli operatori.

I tagli del Governo– spiegano i segretari Pietro Pizzimento (Silp/Cigl), Tommaso Vendemmia (Siap) e Natale Scuderi (Coisp) - creeranno situazioni di precoce invecchiamento e riduzione degli organici. Aspetti, inevitabilmente, dannosi per la sicurezza dei cittadini e del paese. Il nuovo regime pensionistico imposto, penalizzerà ulteriormente i lavoratori del Comparto Difesa, sicurezza e soccorso pubblico, in quanto trattati in maniera diversa dal resto del mondo lavoro”.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento