Piazza Teatro Massimo, si fingono poliziotti e aggrediscono due studenti per rapinarli

Le vittime, contro le quali è stata puntata un'arma, hanno compreso che non si trattava di agenti di polizia e sono riusciti ad attirare l'attenzione di alcuni passanti, motivo per cui i due malviventi hanno dapprima malmenato gli studenti e si sono dati alla fuga

Sebastiano Lo Giudice, di 22 anni, cugino dell'omonimo presunto boss del gruppo mafioso dei "Carateddi",è' stato fermato da agenti della squadra mobile di Catania con l'accusa di avere, insieme con un complice, tentato di rapinare di portafogli e telefoni cellulari due giovani studenti che hanno bloccato spacciandosi per poliziotti.

E' accaduto ieri sera nei pressi di Piazza Vincenzo Bellini. Le vittime, contro le quali è stata puntata un'arma, hanno compreso che non si trattava di agenti di polizia e sono riusciti ad attirare l'attenzione di alcuni passanti, motivo per cui i due malviventi hanno dapprima malmenato gli studenti e si sono dati alla fuga, interrotta dall'intervento degli agenti di polizia. Il complice è riuscito a fuggire. Lo Giudice è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento