Volanti, arrestato molestatore grazie alla pistola taser

Un extracomunitario stava molestando alcune donne ed è finito in manette quando, dopo un rocambolesco inseguimento, gli agenti gli hanno mostrato la pistola ad impulsi elettrici

Dopo quello di Milano, è avvenuto a Catania il secondo risolutivo intervento portato a termine grazie al taser sperimentato dagli uomini delle volanti. Nel pomeriggio di ieri, infatti, un extracomunitario irregolare e senza fissa dimora, che assieme a un' altra persona stava molestando i passanti mettendo anche le mani addosso ad alcune donne, è finito in manette dopo un rocambolesco inseguimento quando, dopo averlo fermato, gli agenti lo hanno invitato  mostrandogli la pistola a impulsi elettrici. Lo rende noto, ricostruendo l'episodio, la Federazione sindacale di polizia di Stato (Fsp Polizia).

"A due giorni dall'avvio della sperimentazione dei taser giungono puntuali i primi buoni frutti di questa importante dotazione - commenta Valter Mazzetti, segretario generale Fsp Polizia - è uno strumento utile ed efficace, che consentirà di tutelare in maniera più calibrata la sicurezza di tutti, pur se, va ribadito a beneficio dei facili detrattori degli strumenti operativi per le Forze dell'ordine, le regole e la procedura per il suo utilizzo sono estremamente restrittive e complesse, più di quanto si possa immaginare"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento