Presepe vivente e riscoperta antichi mestieri a San Giovanni Galermo

Gli angoli di alcune strade del quartiere trasformate in botteghe, spiazzi e slarghi per consentire alle persone di socializzare ed ascoltare gli inni e le canzoni natalizie

Un presepe vivente che ha visto tutto il quartiere di San Giovanni Galermo in prima linea, non solo per rappresentare adeguatamente la notte più importante dell’anno, ma anche per far riscoprire, ai tanti visitatori presenti all’evento, i mestieri del passato e che oggi stanno letteralmente scomparendo. Fabbro, fioraio, oste e panettiere per un passo indietro di duemila anni.

Lo spirito di Natale reso possibile dalla grande cooperazione con la scuola “Quasimodo-Di Guardo”, l’associazione “Elastico”, la cooperativa prospettiva, i laici canossiani, la Caritas, la Confraternita e il consiglio della IV municipalità di Catania.

Un obiettivo reso possibile anche grazie alla  collaborazione della prof.ssa Annamaria Aiello, del rappresentante dei genitori Maria Maugeri e della dirigente della “Quasimodo-Di Guardo” Perni.

Gli angoli di alcune strade del quartiere trasformate in botteghe, spiazzi e slarghi per consentire alle persone di socializzare ed ascoltare gli inni e le canzoni natalizie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In qualità di consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord- San Giovanni Galermo”, Erio Buceti, rimarca l’importanza di simili iniziative aggregative sopratutto in questo particolare periodo dell’anno. "La rappresentazione del presepe ritorna nelle strade di San Giovanni Galermo dopo 14 anni di assenza. Un evento che l’intero territorio ha dimostrato di apprezzare e che è stato reso possibile grazie alla grande collaborazione di tutte le istituzioni sociali, politiche, religiose scolastiche e civili del nostro territorio", dichiara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento