Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Acireale, protocollo d'intesa per monitorare lo stato delle acque marine

Sarà costantemente monitorato lo stato del mare ai fini di balneabilità ed eventuali autorizzazioni per allevamenti ittici

Il sindaco di Acireale, Stefano Alì, e l’assessore all’Ambiente, Daniele La Rosa, hanno firmato un protocollo di intesa con le associazioni “Fare verde” e “Aexplico”, presiedute – rispettivamente – da Sebastiano Zappalà e da Giuseppe Claudio Di Gaetano, finalizzato alla realizzazione di un monitoraggio continuativo delle acque marine della costa acese. Il Comune e i due enti costituiranno una “associazione temporanea di scopo” articolata attraverso il protocollo in questione, che mira ad ottenere dati attuali e futuri, ma comunque antecedenti alla realizzazione del depuratore acque bianche e nere del territorio delle Aci, monitorando costantemente lo stato del mare ai fini di balneabilità ed eventuali autorizzazioni per allevamenti ittici. Previsto l'uso di risorse del ministero degli Interno e ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e terze parti per integrare progetti collegati a “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (Pcto) – Alternanza scuola/lavoro” negli istituti di istruzione superiore di II grado, volti in particolare ad identificare eventuali fonti di produzione di rifiuti e di inquinamento. Il Comune di Acireale si impegna a concedere il patrocinio ed il supporto istituzionale all’iniziativa sopra definita, le due associazioni stileranno un progetto, mettendo a disposizione eventuali risorse. Il protocollo ha durata sino al prossimo 30 giugno, ma le parti potrebbero, più avanti, procedere alla stipula di una convenzione destinata al mantenimento del monitoraggio nel tempo.

“Il Comune è lieto di accogliere proposte come quella oggetto del protocollo appena firmato – ha affermato l’assessore La Rosa – sicuramente utile al fine di adottare i provvedimenti adeguati al fine di migliorare la qualità delle nostre acque marine, obiettivo che ha una funzione almeno duplice: tutelare l’ambiente e garantire la balneazione in sicurezza. Il coinvolgimento delle associazioni e, più in generale, di quanti hanno a cuore le sorti della collettività, in particolare quando si parla di temi ambientali, rientra negli obiettivi dell’Amministrazione Alì e, in questo senso, siamo pronti a valutare disponibilità analoghe che, poi, sono espressione di un forte senso civico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acireale, protocollo d'intesa per monitorare lo stato delle acque marine

CataniaToday è in caricamento