Racket: incendiati sei camion di arance a Belpasso

Le fiamme si sono sviluppate poco prima delle 7, in contrada Porticelli, nella sede della "Pannitteri & C" srl", azienda leader nella produzione e commercializzazione degli agrumi siciliani

Ieri mattina sei camion per il trasporto delle arance sono stati incendiati, l’ipotesi è quella del racket. Le fiamme si sono sviluppate poco prima delle 7, in contrada Porticelli, nella sede della “Pannitteri & C” srl”, azienda leader nella produzione e commercializzazione delle arance rosse di Sicilia.

Sul posto sono intervenute due squadre di vigili del fuoco: una proveniente da Paternò e l’altra da Catania. Al loro arrivo, il rogo aveva già coinvolto i sei mezzi pesanti parcheggiati nel retro del cortile, cataste di cassette di plastica vuote e una parte del terreno agricolo, sempre aziendale. Le fiamme sono state domate nell’arco di un paio di ore.

Ancora non è chiara la natura dell’incendio, ma con il passare delle ore ha preso sempre più piede la matrice dolosa. Numerosi elementi raccolti dai carabinieri della Compagnia di Paternò, intervenuti sul posto insieme a una pattuglia di Belpasso, confermerebbero questa pista. Sembra che due persone si sarebbero introdotti all’interno del sito e appiccato le fiamme ad alcuni mezzi. Al vaglio degli investigatori anche le immagini a circuito chiuso del servizio di videosorveglianza dell’azienda, da cui potrebbero arrivare preziosi elementi per risalare alle cause del rogo e agli eventuali responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento