Cronaca

Ladri catanesi in trasferta, 18 rapine a banche e gioiellerie in tutta Italia

Lasciavano l'impronta dell'indice all'entrata degli istituti di credito per farsi sbloccare l'apertura delle porte, come ogni cliente, poi commettevano le rapine a volto scoperto

Lasciavano l'impronta dell'indice all'entrata degli istituti di credito per farsi sbloccare l'apertura delle porte, come ogni cliente, poi commettevano le rapine a volto scoperto. Era il modus operandi dei rapinatori incensurati che sono stati arrestati dai carabinieri di Torino per avere commesso 18 rapine, 16 ai danni di banche e due a gioiellerie, in tutta Italia.

Tutti catanesi, erano stati reclutati da un pluripregiudicato di Catania per reati analoghi. La banda era attiva almeno da un anno, ma sono in corso indagini su altri colpi compiuti in precedenza. Tra gli arrestati ci sono anche i due basisti, una coppia di coniugi di San Mauro Torinese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri catanesi in trasferta, 18 rapine a banche e gioiellerie in tutta Italia

CataniaToday è in caricamento