Rapina nel negozio “Ragazzini Generali”: arrestato 15enne

Nel punto vendita di via Raffaello Sanzio tre individui, col volto travisato da passamontagna ed armati di pistola, hanno fatto irruzione. Uno dei clienti dall’interno di un camerino che è riuscito a contattare il 112

I carabinieri hanno tratto in arresto un 15enne, catanese, per rapina aggravata in concorso. Ieri sera, in via Raffaello Sanzio, tre individui col volto travisato da passamontagna ed armati di pistola hanno fatto irruzione all’interno del negozio di abbigliamento “Ragazzini Generali” e sotto la minaccia dell’arma hanno costretto il titolare a consegnare l’introito delle vendite della serata, consistente in 2.450 euro.

I rapinatori impossessatisi del denaro sono fuggiti poi a bordo di due ciclomotori. Provvidenziale la telefonata di uno dei clienti dall’interno di un camerino che è riuscito a contattare il 112 segnalando ai carabinieri quanto stava accadendo.

L’immediato allarme alle pattuglie in circuito, che erano impegnate nei servizi antirapina predisposti per prevenire e reprimere il fenomeno sul territorio, ha permesso un tempestivo intervento dei militari sul luogo dove alcuni testimoni hanno fornito particolari utili e determinanti al fine di individuare i tre malviventi.

Le immediate ricerche hanno poi consentito ad una pattuglia di intercettare uno dei rapinatori mentre cercava di rientrare presso la propria abitazione a bordo di uno dei ciclomotori utilizzati per la rapina.  Le indagini sono ancora in corso al  fine di identificare i due complici.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento