Rapinano un tabacchino in provincia di Parma, arrestati a Catania dopo trasferta

Nel tardo pomeriggio del 10 ottobre scorso, due giovani armati di “cutter”, avevano fatto irruzione all’interno dell’ esercizio commerciale “Non Solo Tabacchi” di Collecchio, piccolo paese in provincia di Parma, minacciando il titolare e facendosi consegnare denaro contante per circa 3.000 euro

Nel tardo pomeriggio del 10 ottobre scorso, due giovani armati di “cutter”, avevano fatto irruzione all’interno dell’ esercizio commerciale “Non Solo Tabacchi” di Collecchio, piccolo paese in provincia di Parma, minacciando il titolare e facendosi consegnare denaro contante per circa 3.000 euro oltre a qualche decina di stecche di sigarette. I malviventi si erano poi allontanati a piedi raggiungendo all’esterno un complice che li attendeva con un auto a bordo della quale si sono dileguati.

Grazie alla targa del veicolo è stato possibile giungere all’identificazione di tre pregiudicati di Catania, A.G.P. 48enne, R.A. 21enne, e un minorenne, nei confronti dei quali il GIP del Tribunale di Parma e quello del Tribunale per i Minorenni di Bologna, hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i delitti di concorso in rapina aggravata e porto e detenzione di oggetti atti ad offendere. E’ stato accertato che i tre individui sono arrivati a Parma con un auto noleggiata a Catania e dopo aver commesso la rapina sono rientrati con il bottino in Sicilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento