Rapinano punti vendita Euronics: fermata giovane coppia catanese

I due conviventi, entrambi con precedenti penali, avevano messo a segno ben nove furti, rubando merce hi-tech per un valore pari a 20 mila euro, per poi rivenderla clandestinamente

Due conviventi catanesi L.M. C., 31 anni, disoccupato e pregiudicato, e M.V., 23 anni, disoccupata con precedenti di polizia sono stati fermati dai carabinieri di Priolo Gargallo per furti ai danni di numerosi negozi di elettronica.

Dalle indagini dei militari sono emersi ben nove furti ai danni di punti vendita Euronics presenti all'interno dei centri commerciali di Melilli, Acireale, Catania, Bronte e Misterbianco. Grazie alle immagini delle telecamere di video sorveglianza i carabinieri hanno scoperto le modalità di furto dei due, sempre uguali: la coppia, infatti, portava via apparecchiature hi-tech di valore rimuovendo le placche antitaccheggio e le relative confezioni dotate di dispositivi d’allarme, per un valore pari a 20 mila euro, per voi rivenderle clandestinamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento