Rapinatore latitante dal 2009, rientrato per le vacanze è stato arrestato

Arrestato l'artefice di rapine a mano armata in danno di automobilisti che viaggiavano lungo la SS 121 all'altezza di Adrano e Santa Maria di Licodia

I Carabinieri di Adrano hanno arrestato C.L.C., 28enne, pregiudicato, di Adrano, in esecuzione di una misura carceraria emessa dal Tribunale di Catania nel giugno del 2009. L'uomo è stato arrestato in flagranza di reato nel giugno del 2002 dai Carabinieri dopo aver commesso alcune rapine a mano armata in danno di automobilisti che viaggiavano lungo la SS 121 all’altezza di Adrano e Santa Maria di Licodia.

L’uomo, all’epoca dei fatti minorenne, aveva agito a bordo di una Fiat Uno di colore marrone, insieme ad altri due minorenni e ad un maggiorenne, tutti di Adrano.

In particolare, nella notte del 1 giugno 2002, nel giro di un’ora, il gruppo di giovani mise a segno due colpi: il primo sbarrando la strada con l’automobile ad un pizzaiolo adranita che stava rientrando a bordo della sua “Vespa” da Nicolosi dal ristorante ove lavorava, sottraendogli il marsupio e minacciandolo con una pistola; il secondo ai danni di un autista licodiese che si era fermato a riposarsi in un’area di parcheggio, il quale veniva rapinato dei propri averi e fatto oggetto di calci e pugni che gli provocarono una prognosi di 7 giorni. I malviventi, che avevano agito in entrambe le occasioni a volto scoperto, venivano bloccati poco dopo da una pattuglia di Carabinieri allertata da una delle vittime. Tutta la banda era stata arrestata ed i soldi restituiti ai legittimi proprietari.

C.L.C., dopo aver espiato undici giorni in regime carcerario presso il Centro di Prima Accoglienza, veniva rimesso in libertà, rendendosi di fatto irreperibile da allora ed emigrando in Germania dove fissava la sua residenza. Diveniva così latitante dal 2009, quando il Tribunale di Catania aveva emesso il provvedimento restrittivo eseguito in data odierna.

Gli scorsi giorni l’uomo ha fatto rientro ad Adrano, probabilmente per trascorrere le vacanze natalizie con la famiglia di origine, ma è stato riconosciuto da una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Adrano che ha posto fine alla sua latitanza.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

  • Marco Mengoni, Elisa, Coez e Gazzelle al PalaCatania

Torna su
CataniaToday è in caricamento