La Regione finanzia la ricostruzione del ponte di Ramacca

Il progetto esecutivo è stato redatto dagli uffici del genio civile etneo e dalla città metropolitana di Catania

Prosegue l'attività di monitoraggio, da parte del governo Musumeci, per il ripristino dei percorsi stradali danneggiati dall'alluvione dell'ottobre del 2018. A essere messo in sicurezza sarà il cavalcavia tra Ramacca e Palagonia sulla strada statale 417, nel catanese. Il dipartimento della Protezione civile della presidenza della Regione siciliana, diretto da Calogero Foti, ha infatti finanziato con un milione e 250 mila euro le opere di demolizione e ricostruzione dell'infrastruttura, attualmente chiusa al traffico, considerata essenziale per la viabilità e, più in generale, per l'economia del Calatino.

"Il progetto - spiega il presidente Nello Musumeci - rientra nell'elenco di un'apposita ordinanza di Protezione civile. Il fatto di poter già contare su questi fondi conferma la celerità con la quale abbiamo rivolto la nostra attenzione alla situazione di disagio e di pericolo che si era venuta a creare. Oggi trovano risposta le legittime richieste che provenivano da quel territorio affinché il problema potesse trovare una rapida soluzione. Abbiamo il dovere di assicurare la funzionalità delle strade dell'Isola, rendendole sempre più sicure e, per quanto riguarda le nostre competenze, ci faremo trovare sempre pronti".

Il progetto esecutivo è stato redatto dagli uffici del genio civile etneo e dalla città metropolitana di Catania. La gara per affidare i lavori sarà bandita già la prossima settimana ed entro sei mesi l'opera dovrebbe essere ultimata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento