Scoperto rifornimento abusivo di gasolio ad Acireale: le pompe nei carrelli della spesa

Due persone accusate di contrabbando di prodotto petrolifero, sono state tratte in arresto in flagranza di reato. Il primo era, peraltro, già stato denunciato a piede libero dalle Fiamme gialle etnee per fatti analoghi lo scorso ottobre

Un’area di sosta attrezzata come una vera e propria stazione di servizio completamente abusiva. E’ stata questa la scoperta dei finanzieri del Comando Provinciale di Catania impegnati nei controlli contro i traffici illeciti di prodotti petroliferi . Durante degli appostamenti eseguiti in un parcheggio alle porte di Acireale, i finanzieri hanno notato due soggetti intenti a trasbordare da un autocarro a un rimorchio alcuni voluminosi recipienti di plastica.

Le conseguenti ricerche e perquisizioni condotte sui mezzi presenti nell’area hanno consentito di rinvenire numerosi contenitori da 1.000 litri ciascuno e una grossa cisterna, tutti contenenti gasolio di provenienza illecita , presumibilmente dall’est europeo, sprovvisto di documentazione fiscale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due soggetti, B.D., catanese classe 1963 , e L.S. , di Acireale classe 1968, accusati di contrabbando di prodotto petrolifero, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato. Il primo era, peraltro, già stato denunciato a piede libero dalle Fiamme gialle etnee per fatti analoghi lo scorso ottobre. Il prodotto, complessivamente quantificato in 18.000 litri, è stato sottoposto a sequestro insieme ad un autocarro, un furgone, un’ autocisterna e un rimorchio. Nel corso delle attività sono state pure sequestrate due pompe contalitri munite di pistola erogatrice accuratamente installate su due carrelli della spesa per agevolare il rifornimento degl i automezzi. Il tutto senza alcuna precauzione antincendio e con rischi elevatissimi per l’incolumità di coloro che si trovavano a maneggiare il prodotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento