Cronaca

Rinvio a giudizio per il Sindaco Stancanelli: "Il mio onore macchiato"

In merito al rinvio a giudizio del Gup di Catania per abuso in atti d'ufficio, il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha incontrato i giornalisti e rilasciato una lunga dichiarazione

In merito al rinvio a giudizio del Gup di Catania per abuso in atti d'ufficio, il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha incontrato i giornalisti e rilasciato una lunga dichiarazione.

“E' un provvedimento abnorme, irragionevole sotto ogni profilo, che denota un immotivato accanimento nei mie confronti. Mi si viene tolto l'onore associando ingiustificatamente la mia persona a reati odiosi a cui sono totalmente estraneo e questo non lo posso tollerare. Una vicenda che mette a dura anche la mia serenità di amministratore per l'immotivato grave danno all'immagine che mi viene causato. Voglio che in tempi brevi che mi si venga restituito l'onore macchiato! D'ora in avanti ogni atto di una certa rilevanza che l'amministrazione comunale produrrà, verrà inviato alla magistratura competente per essere vagliato preventivamente perchè non vorrei ritrovarmi a dovermi difendere da accuse infondate e di comportamenti che sono estranei alla mia persona e a tutta la mia giunta. Basti pensare alla vicenda dei precari, di cui rivendico con orgoglio di averne aumentato le ore lavorative dopo venti e passa anni di servizio per il Comune: nonostante da otto mesi vi sia una richiesta di archiviazione della Procura, attendiamo ancora il pronunciamento dell'organo giudicante. Se necessario mi rivolgerò al ministro della Giustizia, al Csm e ai vertici del distretto giudiziario per disporre un'ispezione perchè qualcuno accerti questi comportamenti lesivi nei confronti della mia persona di cui non comprendo i motivi perchè è risaputo che da quattro anni, talvolta in solitudine, lottiamo la criminalità e il malaffare nell'interesse della legalità”.

I capigruppo della maggioranza in consiglio comunale Nuccio Condorelli(Pdl), Nello Cimino(Mpa), Valeria Sudano(Pid), Salvo Di Salvo(Famiglia, lavoro e solidarietà), Alessandro Messina(Autonomia in Movimento) hanno diffuso la seguente nota.
 
“I toni accorati del sindaco Raffaele Stancanelli sono la più genuina espressione di una persona perbene, onesta e leale, chiamata in causa in una vicenda in cui egli è palesemente estraneo con motivazioni che lasciano sinceramente perplessi. Al sindaco di Catania riconfermiamo ogni sentimento di stima e apprezzamento per il rigore e la serietà, risaputi in Città, con cui affronta ogni giorno le emergenze mettendoci la faccia senza risparmio di energie personali nell’esclusivo interesse dei cittadini, per riaffermare concretamente e senza proclami la legalità di chi ha sempre servito con competenza e trasparenza le istituzioni
”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvio a giudizio per il Sindaco Stancanelli: "Il mio onore macchiato"

CataniaToday è in caricamento