Sanzioni al Caffè del porto per un concerto senza autorizzazioni

Gli operatori di polizia hanno constatato che era stata allestita una struttura di circa 80 mq dei quali 16 erano occupati da strumenti musicali, impianti hi fi e luci per consentire l'esibizione di un complesso senza essere in possesso del certificato di agibilità

Il titolare del bar "Caffè del Porto" aveva trasformato l'attività per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande in esercizio pubblico di spettacolo. Questo quanto accertato dalla Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Catania nel corso di un controllo dello scorso 31 maggio.

Gli operatori di polizia hanno constatato che era stata allestita una struttura di circa 80 mq dei quali 16 erano occupati da strumenti musicali, impianti hi fi e luci per consentire l'esibizione di un complesso senza essere in possesso del certificato di agibilità. E' stata quindi messa in discussione la sicurezza delle circa 250 persone presenti per ascoltare l'esibizione del gruppo musicale. Il responsabile è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per la violazione delle norme del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e, inoltre, è stato contravvenzionato per aver organizzato la manifestazione senza aver ottenuto l’autorizzazione di polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento