Scritte anticlericali sulla chiesa madre di Gravina

Un lettore segnala la presenza di scritte offensive realizzate questa notte sulle mura della chiesa madre. L'intervento del sindaco

Informato dell'accaduto è intervenuto il sindaco massimiliano Giammusso: "È una vergogna come ancora nel 2019 si possano verificare questi atti di inciviltà. La nostra Chiesa Madre è stata oggetto di un gesto inqualificabile e sento di dare la massima solidarietà a padre Nino Galvagno e padre Antonio Testai. Nella giornata di ieri si è verificato un altro episodio di vandalismo al Centro anziani di San Paolo dove è stata forzata e scassinata la porta d'ingresso. Gravina è una città civile e se c'è qualche mela marcia deve essere isolata e punita. La nostra amministrazione si adopererà per il ripristino dei luoghi violati e farà il possibile per individuare questi delinquenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento