rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Via Umberto / Corso Sicilia

Sgombero piazza Repubblica, le associazioni: "Senza tetto trattati come spazzatura"

La nota vergata da Auser Catania, Arbor unità di strada, Arci Catania e I Siciliani giovani stigmatizza l'operato dell'amministrazione che ha rimosso tende e materassi nella zona limitrofa a Corso Sicilia

L'azione di sgombero, avvenuta questa mattina, nell'area di piazza della Repubblica e operata con il coordinamento dell'assessore Barresi non è piaciuta a diverse sigle che hanno rilanciato un documento chiedendo le dimissioni dell'esponente della giunta comunale accusato di avere compiuto un "rastrellamento". La nota diramata da Auser Catania, Arbor unità di strada, Arci Catania e I Siciliani giovani dice: "L’azione ha avuto luogo senza alcun preavviso intorno alle 7 del mattino. Ogni bene delle persone senza fissa dimora è stato gettato nei camion dei rifiuti: tende, coperte, vestiti, generi alimentari, effetti personali. Solo l’intervento di alcuni attivisti e il buon senso di alcuni isolati funzionari ha impedito che anche le cose messe in salvo in altre zone della piazza venissero gettate".

Poi prosegue: "È gravissimo e raccapricciante che le questioni che riguardano le persone senza fissa dimora vengano gestite dall’assessore con delega ai rifiuti e alla polizia urbana. La vita delle persone che vivono un grave disagio abitativo, sociale e psicologico non possono essere trattate come rifiuti da rimuovere, come problema di ordine pubblico. Questa mattina la città ha assistito a un vero e proprio rastrellamento delle persone senza fissa dimora. Dov’erano i servizi sociali del Comune? Dov’erano i funzionari comunali che avrebbero dovuto offrire delle immediate soluzioni abitative? Dov’era l’assessore Lombardo, con delega ai servizi sociali?".

Le associazioni criticano la mancanza di soluzioni: "È grave che in questi anni l’amministrazione,  nonostante le continue richieste delle associazioni,  non sia stata nemmeno capace di fornire bagni, docce, lavatoi, dormitori  pubblici  capac di  dare un conforto a persone che vivono un gravissimo disagio sociale e psicologico. Chiediamo l’immediata sospensione di ogni azione di sgombero, l’avvio di un servizio di supporto sociale e psicologico per tutte le persone senza fissa dimora utile ad accompagnare verso soluzioni abitative adeguate e dignitose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero piazza Repubblica, le associazioni: "Senza tetto trattati come spazzatura"

CataniaToday è in caricamento