Fuochi d'artificio irregolari alla festa di Valverde, scatta il sequestro

Nei guai un artigiano specializzato catanese, non nuovo a controlli di questo tipo da parte delle forze dell'ordine

Un artigiano pirotecnico catanese, stava per utilizzare un ingente quantitativo di fuochi d'artificio non autorizzati durante i festeggiamenti svolti in occasione della festa patronale del comune di Viagrande. Era tuttavia privo della licenza necessaria e non aveva neanche avanzato richiesta di regolarizzazione. L’intervento trae origine dallo spirito di osservazione dei poliziotti dell’unità cinofili, che hanno notato l'uomo, da loro già conosciuto in quanto pregiudicato per reati specifici, intento a frugare dentro un grosso sacco di plastica.

Seppur autorizzato dal Comune ad introdurre i fuochi pirotecnici per realizzare uno spettacolo nel corso dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono, è stato trovato in possesso di 75 chili di prodotti illegali, poiché privi di etichettatura riportante il numero di registrazione ed omologazione comunitaria e la relativa categoria di appartenenza, insieme ad articoli “pirotecnici professionali con rischio potenzialmente lesivo”, riconosciuti nella categoria F4.

E' stato quindi denunciato in stato di libertà per "detenzione illegale di artifizi pirotecnici". Inoltre, nei prossimi giorni, verranno adottati nei suoi confronti ulteriori provvedimenti. Il materiale esplodente sequestrato, pari a 12.140 articoli, su disposizione del magistrato di turno è stato sottoposto ad immediata distruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento