rotate-mobile
Cronaca Via Castromarino

Sfollati di via Castromarino, M5S: "Dopo il danno anche la beffa"

Secondo i pentastellati la CMC "non risarcirà tutte le famiglie sfollate, ma solo la metà di queste"

Quando finalmente la vicenda, lunga ormai due anni, degli sfollati di via Castromarino, sembrava conclusa, è arrivata un'altra, indigeribile, doccia fredda. Quest'ultima era stata raccontata dal nostro giornale che aveva dato voce ai residenti: secondo quanto appreso diversi nuclei non riceveranno alcun rimborso. Ciò in virtù del fatto che si tratta dei "vicini" del palazzo crollato. Ma anche queste famiglie hanno le loro case inagibili. 

Sul tema è intervenuto il Movimento Cinque Stelle: "Siamo vicini - dicono i rappresentanti pentastrellati - ai cittadini che si sono trovati costretti ad abbandonare le loro case in seguito al crollo avvenuto in corrispondenza degli scavi per la metropolitana. In quell'occasione, lo ricordiamo, solo per miracolo non ci scappò il morto. Ma il calvario di quelle famiglie non si è ancora concluso".

"Il sindaco Pogliese - prosegue la nota - infatti, da un lato ha firmato diverse ordinanze in cui dichiara inagibili tutte le abitazioni attigue al crollo e intima ai proprietari di metterle in sicurezza, dall'altro ha cantato vittoria per un accordo a metà, che lascia fuori dalla trattativa diversi nuclei. Continueremo a sostenere queste famiglie nella loro battaglia e ci attiveremo presso tutte le sedi istituzionali per fare in modo che ottengano le giuste risposte."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfollati di via Castromarino, M5S: "Dopo il danno anche la beffa"

CataniaToday è in caricamento