Sicurezza sismica, 450 mila euro per interventi strutturali nella scuola Musco

L'annuncio dell'importante finanziamento, erogato attraverso i fondi del Patto per Catania, è stato dato durante una visita alle Scuole superiori di Librino, ospitate proprio nell'Istituto

"Una visita fatta per annunciare alla Preside l'arrivo di 450 mila euro per una serie di importanti interventi strutturali ma anche per verificare l'andamento dei lavori in atto". Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha sintetizzato lo scopo dell'incontro, questa mattina, nella sede dell'Istituto comprensivo Angelo Musco di Librino, con la preside, la professoressa Cristina Cascio. Con il sindaco Bianco c'erano il Capo di Gabinetto del Comune Gianluca Emmi e il responsabile tecnico del Patto per Catania, l'ingegnere Fabio Finocchiaro.

La visita del Primo cittadino è iniziata con un sopralluogo nel plesso Albero Blu, dove è in corso la realizzazione di una sala di registrazione multimediale, finanziata con fondi europei. Una volta giunto nel plesso principale della Musco, il sindaco Bianco ha voluto visitare le aule delle Scuole superiori che lì sono ospitate, e ha dato alla Preside la notizia del finanziamento che consentirà di consolidare gli edifici sotto il profilo sismico.

"La Scuola - ha detto Bianco - è uno dei più importanti presidi della nostra società e come tale va trattata. E la sicurezza dei nostri ragazzi va messa al primo posto. Così come la loro istruzione. Per questo considero un grande successo l'aver creato qui a Librino una scuola superiore omnicomprensiva che opera dal settembre del 2015 e con un liceo musicale e un liceo artistico qui nell'Angelo Musco e un liceo enogastronomico nella Pestalozzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento