Stalking, un lumino funebre davanti la casa della ex: arrestato

L'uomo in più di un'occasione ha preso a calci la porta dell'abitazione della donna, urlando che avrebbe fatto una strage mentre brandiva un coltello

Un uomo di 58 anni è stato arrestato dalla polizia per stalking. E’ accusato di avere minacciato e perseguitato l'ex moglie, dalla quale pretendeva denaro.

L'indagato in più di un’occasione ha preso a calci la porta di casa della donna, urlando che avrebbe fatto una strage mentre brandiva un coltello, e durante una lite ha collocato un lumino funerario davanti all'abitazione della ex moglie.

Al momento dell'arresto, all'uomo sono state inoltre sequestrati pezzi di autoradio e carte di credito rubate qualche giorno fa ad alcuni turisti in via Cristoforo Colombo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento