Altri otto laboratori per validare i tamponi del Coronavirus

I laboratori pubblici gia' autorizzati e operativi si trovano a Catania, Caltanissetta, , Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Marsala

Sono complessivamente venti i laboratori siciliani destinati all'emergenza coronavirus. Ai dodici gia' operativi in tutto il territorio regionale se ne aggiungono, infatti, altri otto (pubblici e privati) sono adesso chiamati a effettuare le analisi sui tamponi. Quelli privati sono stati selezionati da una commissione sulla base dell'avviso pubblico dell'assessorato regionale della Salute e rispondono ai criteri previsti dalle disposizioni dell'Istituto superiore di sanita'. Altre strutture sono in corso di autorizzazione. Tra i 'nuovi' laboratori pubblici quelli dell'Istituto zooprofilattico a Palermo e dell'ospedale San Giovanni di Dio ad Agrigento. Ma, nel capoluogo, ci sono anche l'Ismett e il Buccheri La Ferla.

Altre strutture autorizzate sono state individuate in provincia di Catania e Siracusa. La misura rientra nell'ambito delle azioni di prevenzione e contrasto stabilite dal governo regionale. In particolare, l'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci dello scorso 20 marzo ha previsto la realizzazione dei tamponi rinofaringei per il personale sanitario, per coloro che sono sottoposti alla quarantena obbligatoria perche' rientrati in Sicilia e per i positivi al coronavirus in isolamento domiciliare. I laboratori pubblici gia' autorizzati e operativi si trovano a Catania, Caltanissetta, , Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Marsala.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento