rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Tenta di strangolare la compagna davanti ai figli minorenni, 50enne finisce ai domiciliari

Dopo la formalizzazione della denuncia, la donna si è recata in ospedale, ricevendo una prognosi di 3 giorni con la diagnosi di “tentato strangolamento”

Nel pomeriggio di ieri gli agenti delle volanti hanno tratto in arresto un cinquantenne catanese, con precedenti penali, accusato di maltrattamenti nei confronti della compagna. Sono intervenuti in una strada del centro cittadino in cui un uomo aveva segnalato una lite in atto tra una donna e il suo compagno, aggiungendo di essere intervenuto in sua difesa. La donna, 32enne, ha confermato quanto riferito dal testimone e raccontato dettagliatamente quanto accaduto, formalizzando denuncia nei confronti del compagno e riferendo anche su pregressi episodi di violenza.

La signora raccontava di avere una relazione sentimentale da circa sette anni con l'uomo e che sin dall’inizio del loro rapporto, dal quale erano nati due bambini, era stato violento nei suoi confronti, sia verbalmente che fisicamente. In più occasioni l’aveva afferrata al collo o agli arti superiori, causandole contusioni e ferite. In un caso aveva dovuto fare ricorso anche alle cure ospedaliere. Inoltre era stata sottoposta a continue pressioni psicologiche, non potendo neanche uscire da casa per fare la spesa se non in compagnia di lui o della suocera, annullando del tutto i suoi rapporti sociali e quelli con la famiglia di origine. Ha anche aggiunto di non aver avuto mai il coraggio di denunciare, oltre che per paura, anche nella speranza che il compagno e padre dei suoi figli potesse cambiare.

In merito a quanto accaduto poco prima dell’arrivo degli agenti, ha poi raccontato che, in seguito ad un diverbio telefonico per motivi di gelosia, l’uomo si era recato fuori casa. A questo punto lei, impaurita, non lo aveva fatto entrare, ed il compagno aveva scavalcato il cancello per poi afferrarla al collo davanti ai figli minori.

Grazie all’intervento di alcuni presenti, che avevano assistito alla scena chiamando le forze dell’ordine, l’uomo violento ha desistito per poi allontanarsi a bordo della macchina di proprietà della compagna. Dopo la formalizzazione della denuncia, la donna si è recata in ospedale, ricevendo una prognosi di 3 giorni con la diagnosi di “tentato strangolamento”. Il compagno è stato immediatamente rintracciato presso il luogo di lavoro e tratto in arresto. Su disposizione del pm di turno è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso l’abitazione della madre, sita in un altro comune, in attesa del giudizio di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di strangolare la compagna davanti ai figli minorenni, 50enne finisce ai domiciliari

CataniaToday è in caricamento