Assalto ad un bus di milanisti vicino lo stadio, 30 tifosi aggrediti e derubati

I tifosi del Milan minacciati con un coltello erano a bordo di tre pulmini noleggiati per recarsi allo stadio Angelo Massimino e assistere all'amichevole contro il Betis Siviglia

Foto d'archivio

Trenta tifosi del Milan provenienti da Chiaramonte Gulfi  sono stati aggrediti ieri sera nella vicinanze dello stadio Angelo Massimino dove si erano recati per assistere all'amichevole Milan-Betis Siviglia. I tifosi erano a bordo di tre pulmini noleggiati nel ragusano , uno di questi è stato bloccato da alcuni teppisti che hanno imposto all'autista di consegnare il telefono. Gli altri  sono stati derubati e spogliati sotto la minaccia di un coltello.

I tifosi hanno chiamato subito il sindaco di Chiaramonte Gulfi che è andato a Catania per dargli sostegno. Proprio il sindaco Sebastiano Gurrieri ha informato oggi il ministro dell'Interno Marco Minniti e il sindaco di Catania Enzo Bianco nonché il questore etneo. Gurrieri si augura un intervento affinché questo episodio non resti un fatto isolato, che di certo non favorisce i valori dello sport e del calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento