Voleva entrare in Tribunale armato di forbici: arrestato

I carabinieri del reparto servizi Magistratura, hanno arrestato il cittadino nigeriano Osayi Osahghea di 22 anni, per lesioni personali, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale

I carabinieri del reparto servizi Magistratura, hanno arrestato il cittadino nigeriano Osayi Osahghea di 22 anni, per lesioni personali, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. L’uomo si è avvicinato all’ingresso del Tribunale di Catania urlando frasi sconnesse in lingua inglese, manifestando un evidente stato confusionale.

Immediatamente all’extracomunitario è stato impedito l’ingresso al Tribunale dai militari di servizio che hanno quindi tentato di identificarlo ma, quest’ultimo, assumeva un comportamento aggressivo portando tra l’altro la mano all’interno del giubbotto come se volesse estrarre un’arma e spintonando il carabiniere che quindi lo allontanava facendolo cadere in terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle more, un altro militare accorso in aiuto del collega ha tentato di bloccare l’extracomunitario alle spalle il quale, però, ha estratto un paio di forbici minacciandoli costringendo così i carabinieri, dopo una violenta colluttazione, a disarmarlo ed ammanettarlo. Sembra che il giovane abbia agito per manifestare lo stato d’indigenza in cui versa. L’arrestato, ammesso alla direttissima, è stato condannato dal giudice a 10 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento