rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Truffa un sacerdote ed evade dai domiciliari, arrestato adranita a Messina

Il provvedimento è scattato al termine di una complessa indagine avviata dopo la denuncia del parroco di Santa Teresa di Riva, che lo scorso agosto denunciò la truffa di cui era stato vittima

Con l'accusa di evasione, spendita di monete falsificate, truffa i carabinieri hanno arrestato a Santa Teresa di Riva, in provincia di Messina, Roberto Scarpato, 39 anni, originario di Adrano e già conosciuto alle forze dell'ordine.

Il provvedimento, emesso dal gip di Messina su richiesta della locale Procura, è scattato al termine di una complessa indagine avviata dopo la denuncia del parroco di Santa Teresa di Riva, che lo scorso agosto denunciò la truffa di cui era rimasto vittima. Agli investigatori dell'Arma raccontò che mentre si trovava in parrocchia, era stato avvicinato da un venditore ambulante che gli aveva chiesto di cambiare una somma di denaro in banconote con l'equivalente in monete.

Dopo lo scambio, però, il sacerdote si era reso conto del raggiro, trovandosi tra le mani banconote palesemente false. Le indagini, attraverso l'analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e i racconti di alcuni testimoni, hanno permesso di identificare Scarpato.

L'uomo, nonostante fosse ai domiciliari, era evaso e aveva truffato il parroco di Santa Teresa di Riva. Dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Messina Gazzi. Sempre nella cittadina del Messinese, i carabinieri hanno arrestato un 36enne per evasione. L'uomo, nonostante fosse ai domiciliari, è stato sorpreso all'interno di un supermercato. Alla vista dei militari ha tentato di far perdere le proprie tracce, ma è stato fermato e arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa un sacerdote ed evade dai domiciliari, arrestato adranita a Messina

CataniaToday è in caricamento