Turismo, un marchio condiviso con gli albergatori per promuovere Catania

Il sindaco ha anche annunciato che i prossimi 6 e 7 luglio “lo stadio Massimino tornerà ad ospitare concerti di livello internazionale, con impresari locali che hanno presentato proposte a un bando di evidenza pubblica"

"La promozione della Città di Catania in ambito nazionale e internazionale è un fattore indispensabile per la crescita e lo sviluppo del tessuto delle strutture ricettive turistiche, organizzazioni dell’accoglienza con cui sceglieremo insieme il marchio più idoneo per il brand Catania da veicolare con i maggiori motori di ricerca del turismo e gli organi di informazione”. E’ uno degli annunci fatti dal sindaco Salvo Pogliese incontrando, ieri sera, gli amministratori delle strutture alberghiere ed extralberghiere di Catania e i rappresentanti delle organizzazioni di settore, al fine condividere le iniziative da realizzare per la promozione turistica della città.

Tra queste il marchio e slogan che verranno scelti sulla base di una serie di proposte che sono state offerte all’attenzione dei titolari delle strutture ricettive cittadine. “L’impegno nella lotta all’evasione della tassa di soggiorno che già produce risultati concreti in termini di introiti, tanto che in pochi mesi sono aumentate già del 60% - ha detto il primo cittadino - ci permette di fare investimenti finalmente consistenti visto che abbiamo stimato in circa due milioni di euro l’incasso per il 2019, a fronte di poco di settecento mila euro complessivamente incassati nel 2017. Fermo restando l’impegno finanziario per la festa di Sant’Agata, tutto il resto verrà speso per rigenerare la percezione di Catania nei principali mercati turistici internazionali, ma anche per migliorare alcuni servizi nel territorio, uno per tutti la segnaletica stradale per i turisti ma anche altri fattori su cui siamo disponibili ad accogliere suggerimenti”.

All’iniziativa dell’ufficio comunale sviluppo e promozione turistica, diretto da Giuseppe Ferraro, con gli operatori commerciali del comparto ricettivo che hanno risposto numerosissimi all’invito, hanno partecipato anche l’assessore ai grandi eventi culturali Barbara Mirabella, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione e i presidenti delle commissioni Bilancio e Cultura, Santi Bosco e Giovanni Grasso.

Il sindaco ha anche annunciato che i prossimi 6 e 7 luglio “lo stadio Massimino tornerà ad ospitare concerti di livello internazionale, con impresari locali che hanno presentato proposte a un bando di evidenza pubblica, eventi musicali in grado di attirare migliaia di giovani. Anche in questo caso abbiamo dovuto modificare le tariffe dello stadio che non erano competitive con altre strutture, il San Filippo di Messina o il palasport di Acireale per esempio, tanto che da cinque anni non si svolgono più concerti di rilievo a Catania. Allo stesso modo nei prossimi giorni, grazie allo straordinario impegno dell’assessore Barbara Mirabella avremo il calendario dei grandi appuntamenti musicali e artistici alla villa Bellini che utilizzeremo sempre più per grandi eventi di richiamo nazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pogliese ha ringraziato gli imprenditori del settore turistico e i rappresentanti delle organizzazioni degli albergatori per la collaborazione che stanno offrendo al Comune in questa opera di regolamentazione e rilancio del settore, l’assessorato regionale al turismo retto da Alessandro Pappalardo(ieri rappresentato dalla dirigente regionale Daniela Lo Cascio) il presidente e i consiglieri comunali che indipendentemente dalle appartenenze, stanno collaborando a questo piano di rilancio dell’immagine di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento