menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicilia e turismo, Musumeci: "Chiunque sarà benvenuto rispettando il protocollo di sicurezza"

Per i turisti lombardi Sicilia e Sardegna, le due regioni che il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha sconsigliato come mete perchè potrebbero sbarrare gli accessi ai suoi corregionali, non sono tra le mete più gettonate

Per i turisti lombardi Sicilia e Sardegna, le due regioni che il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha sconsigliato come mete perchè potrebbero sbarrare gli accessi ai suoi corregionali, non sono tra le mete più gettonate. Basso l'indice di gradimento per la Sicilia del governatore Nello Musumeci che ha definito quella di Sala "una battuta infelice" precisando comunque che "chiunque sarà benvenuto rispettando il protocollo di sicurezza".

Nello Musumeci, infatti, è convinto della necessità di proteggere le vacanze e alzare una barriera di contenimento al Covid-19."I dipartimenti Salute e Turismo della mia regione stanno lavorando a un protocollo. La parola d’ordine è riaprire in sicurezza. Anche se il mondo scientifico ci ripete che la sicurezza al cento per cento non esiste", dichiara al Corriere della Sera. "Sappiamo che non è possibile restare rinchiusi in attesa del vaccino - prosegue -. Abbiamo il dovere di avviarci a una apparente normalità, ma alzando al massimo l’asticella delle norme di sicurezza, d’intesa con albergatori, ristoratori, quanti ospitano turisti...". No alla 'quarantena per turisti, spiega, "ma 'Sicilia sicura' è il nostro motto. E per questo occorrerà verificare la provenienza, l’esistenza di eventuali casi sospetti nel nucleo familiare, indicare giorno dopo giorno la tracciabilità della presenza del turista".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Svegliarsi di notte - I significati secondo la medicina cinese

Alimentazione

Curcuma: proprietà e benefici

Cura della persona

Manicure semipermanente senza lampada - Ecco come

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento