Una lite per questioni di confini aveva insanguinato il Natale: arrestato un 79enne

I fatti sono accaduti il 25 dicembre di 4 anni fa e protagonista della vicenda è un anziano che aveva fatto fuoco nel corso di un litigio

Aveva fatto fuoco per "difendere" la sua proprietà agricola ferendo due persone. I fatti sono accaduti il 25 dicembre 2015 in contrada Pantano, agro di Paternò: in quel giorno di festa un pastore - con precedenti penali alle spalle - aveva invaso con il suo gregge un terreno di proprietà del 79enne Salatore Cusmano.

Da qui nacque una furiosa lite e l'anziano imbracciò un fucile da caccia esplodendo dei colpi all’indirizzo del contendente, centrato dai pallini al petto ed al volto, colpendo anche la moglie di quest’ultimo al braccio ed al volto. I due coniugi, all’epoca lui 63 anni, lei 48enne, finirono in ospedale riportando delle ferite guaribili rispettivamente in 20 e 15 giorni.

Adesso Cusmano è stato arrestato dai carabinieri di Paternò. Le indagini effettuate - supportate dai rilievi tecnici effettuati dagli esperti della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Catania - avevano fatto risalire all'identità dell'anziano.

L’uomo, ritenuto colpevole dai giudici dei reati di tentato omicidio, nonché detenzione e porto illegale di arma comune da sparo, è stato condannato alla pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione. Adesso si trova nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento