menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Urban Art, nasce il nuovo progetto per riqualificare e colorare la città

Siglato protocollo tra Comune e Accademia delle Belle Arti. Il sindaco Bianco ha sottolineato l'importanza "della lotta al degrado, dove la città gioca una delle sue partite più importanti". Il primo evento in programma si terrà nella settimana di Pasqua, con il coinvolgimento di sette giovani artisti

Presentato nel Palazzo degli Elefanti il protocollo d'intesa siglato tra l'Amministrazione comunale e l'Accademia di Belle Arti di Catania. Bianco ha commentato così l'esito dell'incontro: “Daremo una mano di colore alla città, che è diventata un po' troppo grigia, con interventi di riqualificazione caratterizzati, da un lato, dalla rimozione di elementi di degrado, e dall'altro, da creazioni artistiche di Urban Art”. 

Hanno partecipato all'incontro in Sala Giunta, oltre al primo cittadino e al direttore dell'Accademia Virgilio Piccari, che hanno sottoscritto il documento, l'assessore all'urbanistica e al decoro urbano Salvo di Salvo, la professoressa Ambra Stazzone, che cura il progetto, il direttore dell'urbanistica Gabriella Sardella e l'artista Andrea Mangione che, con il fratello Marco, coordinerà gli interventi di graffitismo e street art.

Il primo evento in programma si terrà nella settimana di Pasqua, con il coinvolgimento di sette giovani artisti che lavoreranno contemporaneamente alla realizzazione di wall paintings o murales e graffiti, ispirati al tema “la Città di Catania”, su due aree della Circonvallazione, nella zona di Ognina. “Le risorse a disposizione, per ripulire e valorizzare le zone interessate – ha precisato l'assessore Di Salvo – saranno in una prima fase del Comune e dell'Accademia, ma contiamo di poter accedere in futuro anche a fondi europei. Per la rimozione dei manifesti abusivi – ha aggiunto- il Comune utilizzerà una macchina, acquistata da poco, che opera in tempi rapidissimi”.

“L'Amministrazione - ha evidenziato Piccari – dimostra di voler valorizzare le risorse di questa città e competere con le più importanti realtà europee,  e il protocollo segna l'inizio di un percorso che lascia intravedere un futuro diverso, nel segno della bellezza, che possa far rivevere gli antichi splendori”. “Il merito dell'Amministrazione – ha continuato la professoressa Stazzone – è anche quello di offrire, attraverso questa iniziativa, importanti spazi di espressione, fra l'altro alla luce del sole, a molti giovani artisti”.

“L'iniziativa - ha sottolineato invece Bianco – si deve allo spirito positivo di collaborazione che si è creato con una delle Accademie di Belle Arti più prestigiose d'Italia, che fra l'altro metterà a disposizione i suoi talenti, e ha un valore strategico perché è sul fronte della lotta al degrado che si gioca una partita molto importante per la nostra città”.

Il protocollo è parte integrante di due recenti progetti, l'uno ideato dall'assessorato all'Urbanistica, “'CataniAgorà', che - ha detto Di Salvo- mira a interventi di decoro urbano con iniziative di cittadinanza attiva, legalità e coesione sociale, e l'altro, Urban Art. Perché l’arte può fare parte della realtà di tutti”, dell’Accademia di Belle Arti, che prevede realizzazioni di artisti nazionali e internazionali su beni i mmobili e mobili

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Sicurezza

Fughe delle piastrelle: i prodotti da utilizzare

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento